Foto di lievito madre solido

Il lievito madre solido (idratazione al 50%) è il più usato per preparare pane, pizza, panettone, focacce…

Il lievito madre forse più diffuso in Italia è ottenuto con un’idratazione del 50% (ovvero il rinnovo del lievito madre viene fatto con il doppio della farina rispetto al peso dell’acqua). Questo tipo di lievito madre viene chiamato in generale lievito madre solido.

Quando si parla di lievito madre nelle ricette di pane, pizza, focaccia, panettone… in genere si fa riferimento proprio al lievito madre solido. Questo viene usato perché ha un punto di idratazione molto simile a quello del prodotto da realizzare, cosa che ne semplifica la preparazione.

Il lievito madre solido infatti è di facile gestione, anche perché si maneggia e si comporta grosso modo come la pasta del pane. Si conserva con più facilità rispetto al lievito madre liquido, ovvero richiede rinnovi meno frequenti in caso di inutilizzo prolungato.

Il principale svantaggio del lievito madre solido, è che non è possibile utilizzarlo per preparati liquidi, come per esempio per fare una pastella o le crepes. Per poterlo usare in queste ricette, bisogna prima cambiarne gradualmente idratazione fino a trasformarlo in lievito madre liquido.